3 Gen, 2022
Bonus Animali nella legge di bilancio

Detrazione fiscale per i proprietari di animali domestici, sostegno ai CRAS, chiusura degli allevamenti di visoni e interventi straordinari per la lotta al randagismo nel sud: queste le principali novità relative ai nostri amici animali nell’ultima Legge di Bilancio. Rosati: un bel segnale e un deciso passo avanti, ma bisogna fare ancora di più.

La Legge di Bilancio 2021 conferma alcune imprtanti novità che riguardano tutti i nostri amici animali. In primo luogo torna il “bonus animali domestici”, una misura prevista per aiutare tutti quelli che vivono con uno o più animali e affrontano ingenti spese veterinarie. Questa iniziativa, infatti, consiste in una detrazione del 19% su una spesa massima di 550 Euro. In pratica si può avere un bonus fiscale di massimo 80 Euro a patto che tutti i pagamenti siano tracciabili o che si presentino regolari ricevute fiscali per le spese sostenute. Per richiedere il bonus è necessario compilare il relativo modulo presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Le novità però non si fermano qui. È stato previsto anche un fondo di circa 2 milioni di Euro per ogni anno del prossimo triennio per attuare interventi a contrasto del randagismo in alcune regioni dove questo drammatico fenomeno è ancora molto presente e cioè Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Inoltre sono previsti dei finanziamenti per i CRAS (i Centri di Recupero per Animali Selvatici) che si occupano appunto di aiutare i selvatici in difficoltà e un fondo per la chiusura definitiva degli allevamenti di visoni, utilizzati per la loro pregiata pelliccia.

Accolgo davvero favorevolmente queste novità, in primis la chiusura degli allevamenti di visoni”, commenta Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection. “La misura è stata probabilmente presa in particolare per prevenire nuove mutazioni del virus del Covid, dato che questi animali possono fungere da serbatoio, ma la cosa importante è mettere fine alla sofferenza di queste creature che vivono una vita in gabbia per poi fare una fine orribile al solo scopo di privarli della loro pelliccia. Nel 2022 non ha davvero più senso coprirsi con pelli e pellicce, visto il grande progresso tecnologico che permette di realizzare indumenti con materiali più caldi, confortevoli e decisamente eticamente più sostenibili.

Sono molto contenta anche per i fondi stanziati per la lotta al randagismo in alcune regioni del sud, ma è importante che questi soldi vengano spesi in maniera efficace ed efficiente. È importante realizzare campagne di sterilizzazione per i cani di proprietà, vera fonte del randagismo, e strutture adeguate e dignitose per custodire gli animali senza famiglia fino alla loro adozione. Per quanto riguarda la detrazione fiscale, si tratta sicuramente di un passo avanti ma auspico che si possa fare ancora di più in futuro. In particolare abbattendo l’IVA sulle prestazioni veterinarie e sul cibo per animali, dato che queste spese rappresentano una voce che pesa molto nel bilancio di tante famiglie”, conclude Rosati

3 gennaio 2022

Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
ufficiostampa@legadelcane.org
stampa@legadelcane.org

Altri articoli:

Queste sono le azioni che ci vedono in prima linea, aiutaci a proseguirle

Restiamo in contatto

Ricevi le principali notizie sulle nostre azioni

Iscriviti alla newsletter