22 Feb, 2022
Forza Italia dice sì al foie gras

L’alimentazione forzata, pratica utilizzata per la produzione di questo prodotto, è crudele e pericolosa ma per gli eurodeputati del partito di Berlusconi è totalmente accettabile e rispetta il benessere degli animali. Un voto vergognoso che annulla qualsiasi proclama sul rispetto degli animali e porta alla luce la loro ipocrisia. Rosati: siamo ancora lontani anni luce dal concetto di tutela per tutti gli esseri viventi.

L’eurodeputato Jérémy Decerle ha presentato al Parlamento UE un report sul benessere animale negli allevamenti, affermando che la produzione di foie gras attraverso l’alimentazione forzata delle anatre e delle oche rispetta i criteri di benessere e i parametri biologici dell’animale. Davanti a una tale assurdità, numerosi europarlamentari hanno presentato degli emendamenti per chiedere il divieto di questa modalità di produzione, peraltro già vietata in Italia e in 21 altri Paesi dell’Unione Europea.

Per chi non lo sapesse, l’alimentazione forzata dei volatili consiste nell’inserire un tubo di metallo direttamente nella gola dell’animale per fargli ingurgitare grandi quantità di cibo, causando molto spesso lesioni all’esofago e rischiando che l’oca o anatra si spezzi il collo nel tentativo di divincolarsi. Inoltre, gli animali sottoposti a questa vera e propria tortura hanno un tasso di mortalità dalle 10 alle 20 volte superiore a causa dei problemi epatici che subiscono.

Al momento del voto sugli emendamenti a questo assurdo testo sono venute alla luce le ipocrisie di chi spesso fa proclami sul rispetto degli animali. Gli eurodeputati di Forza Italia Silvio Berlusconi, Antonio Tajani, Isabella Adinolfi, Fulvio Martusciello, Andrea Caroppo, Salvatore De Meo, Aldo Patriciello, Luisa Regimenti, Lucia Vuolo hanno votato contro gli emendamenti e quindi appoggiato e sostenuto le affermazioni secondo cui quella pratica garantirebbe il benessere degli animali.

La Presidente LNDC Piera Rosati commenta così il voto: “È importante fare nomi e cognomi perché grazie al loro voto è passato il pericolosissimo concetto che l’alimentazione forzata sia una cosa accettabile e queste persone devono assumersi la responsabilità di quello che hanno fatto. La prossima volta che parleranno di rispetto degli animali in qualche intervista o dichiarazione, dovranno fare i conti con questo voto vergognoso che avalla una pratica crudele e giustamente vietata in ben 22 Paesi dell’UE. È evidente che quando questi deputati parlano di rispetto per gli animali si riferiscono, se tutto va bene e se veramente lo dicono con convinzione, a cani e gatti che abbiamo in casa ma siamo purtroppo ancora lontani dal capire che tutti gli animali meritano pari rispetto e pari tutele.

22 febbraio 2022 

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel.: 02.26116502
ufficiostampa@legadelcane.org
stampa@legadelcane.org

Altri articoli:

Queste sono le azioni che ci vedono in prima linea, aiutaci a proseguirle

Restiamo in contatto

Ricevi le principali notizie sulle nostre azioni

Iscriviti alla newsletter